STUDIO MIRAI


Recensione PS3: Murdered: Soul Suspect

Titolo gioco: Murdered: Soul Suspect

Piattaforma: Ps3

Supporto Fisico: No Tipo: PSN

Premessa: Ho preso sto gioco per via di una semi offerta a 15 euro quando costava il doppio. Che poi qualche mese dopo c'e stata un'altra offerta a meno di 10 euro per lo stesso gioco. Vabbè. ^^;

Immagini: http://download.gamezone.com/uploads/image/data/1161357/article_post_width_Murdered_Soul_Suspect_Joy.JPG http://killapenguin.com/227/gallery/medium/murderedsoulsuspect/murdered-soul-suspect-0013.jpg http://images.bit-tech.net/content_images/2014/06/murdered-soul-suspect-review/murdered4-1920x1080.jpg

Storia: Il gioco inizia in una Salem dei giorni nostri. Si, la stessa Salem famosa per la caccia alle streghe. Un investigatore della sezione omicidi della locale stazione di polizia con un passato criminale, sta seguendo la pista di un serial killer che sta imperversando in città uccidendo giovani donne. I giornalisti lo hanno chiamato il killer della campana perchè lascia il simbolo di una campana vicino ad ogni vittima. Il nostro protagonista si scontra con il killer avendo la peggio. Ma la sua morte non è la fine, ma bensì l'inizio del gioco e il proseguo delle indagini sul killer.

Gioco: E il gioco inizia con il tentativo vano del detective che vuole rientrare nel suo corpo ma il killer ovviamente glielo impedisce. Subito dopo, lui nota una ragazzina fantasma e sta al giocatore inseguirla obbligatoriamente. Solo dopo aver concluso il dialogo con questo personaggio che il gioco ha finalmente quasi inizio. Il giocatore comanda lo spettro che ovviamente essendo incorporeo potrebbe attraversare di tutto e di più e invece no. Con la scusa del battesimo alle abitazioni, i fantasmi non possono entrare se la porta della casa non è già aperta. Peccato che le uniche abitazioni aperte sono quelle dei livelli. In più, non potete entrare nei livelli o ambientazioni successive se la storia non è arrivata a quel punto. Ma tranquilli, il gioco mette i paletti già dall'inizio, dovrete almeno superare il primo " livello " ossia l'edificio da cui avete spiccato il volo, prima di avere la libertà di girare per tutta la cittadina di Salem. Cittadina che è si popolosa con png che si fanno gli affari propri passeggiando o parlando tra loro. E visto che siete un fantasma è possibile entrare nel loro corpo e leggergli la mente. Peccato che ai fini del gioco non serve a molto, anche perchè i pensieri sono ridondanti, ripetendosi più volte con personaggi diversi. Una cosa che mi è piaciuta è la possibilità di aiutare altri spettri che come voi hanno qualcosa in sospeso, prima di passare dall'altro lato della strada. (cit.) Peccato che anche in questo caso, non ci hanno voluto spendere tanto tempo, tante che per tutto il gioco aiuterete solo 4 spettri. Gli altri che vedrete in giro per la città o nei livelli non avranno bisogno di aiuto, al massimo partirà un dialogo fine a se stesso che non vi porterà da nessuna parte. Essendo un fantasma, il gioco poteva prendersi molte più libertà avere molte più sotto missioni o altro, ma la software house si è più concentrata a portare a termine la storia anziche curare un attimino gli aspetti e le possibilità di un fantasma. Si, potete attraversare i muri stando dentro le abitazioni, ma sempre limitati a quello spazio. Se dietro quella porta chiusa non c'e nulla, si vedrà apparire la scusa della benedizione che anche se siete fantasma, da qui non si passa.  Il gioco anche se non sembra, prende un pò dalle avventure grafiche, durante l'investigazione mentre raccogliete indizi, ci saranno momenti di scelta multipla tipo: Che stava cercando l'assassino in quella stanza ? E voi dovete concatenare una serie di indizi trovati per dare la risposta, oppure per far parlare una testimone dovete condizionarla, scegliendo un indizio che le farà ricordare ciò che vi serve ai fini delle indagini. Se sbagliate indizio vi toglierà uno dei tre distintivi. Peccato che anche se sbagliate di proposito non vi farà mai togliere l'ultimo distintivo. Quindi a che pro mettere questi distintivi se poi il gioco non ti punisce, per la tua incapacità di ragionamento ? No, non ci siamo. Ah, per dare una leggera scossa al gioco ma solo all'interno dei livelli. ( In città non ci sono, anche se credo che li volevano inserire, ma il tempo a loro disposizione era terminato, per cui hanno chiuso il gioco in fretta e furia. ) Ci sono dei nemici chiamati demoni che se vi vedono, vi si pappano a colazione. Per evitarli potete nascondervi nei eco di fantasmi passati oppure sconfiggerli colpendoli alle spalle e con una combinazione di tasti ve lo togliete davanti alle scatole e tranquilli, una volta sconfitto non ritorna più. ^_^ Poi dobbiamo parlare della marea di collezionabili, quasi 250 in tutto. A volte un collezionabile vi narra una storia e molte volte solo una didascalia di una riga. Altra cosa che non mi è piaciuta è la sensazione che il tempo è fermo. Vai a un livello la prima volta è incontri png, fantasmi et altro. Se prosegui con la storia e ritorni in un livello precedente, i png et altro non si evolveranno con l'avanzare della storia, rimarranno sempre nella stessa posizione. E questo lo si evince molto quando si sta per finire il gioco. Se nel caso, prima di andare verso il livello finale, date un'occhiata all'abitazione da dove è partito tutto. Vi vedrete che nella scena del crimine ci sono ancora i poliziotti che stanno studiando gli indizi per capire come il serial killer vi ha ucciso. ^^; Eppure in strada, la sagoma di gesso non c'e più da molto tempo e nemmeno il vostro corpo, insomma qualcosa si è mosso. Ma nei livelli il tempo è fermo. La realizzazione tecnica poteva essere buona, ma hanno dovuto fare troppi compromessi, tipo tutte le auto-furgoni e quant'altro con i finestrini neri, come ai tempi della prima psx. E ogni tanto c'e una leggera incertezza mentre il personaggio va a zonzo per la città. Insomma, un titolo che poteva esser sfruttato meglio, ma forse per mancanza di tempo o per altro è uscito un titolo che anche se ha una buona storia e finale, il contorno è acerbo. E con troppi paletti per essere un fantasma.

Pro:

Bella storia e buon finale.

Buon doppiaggio in italiano.

L'idea di aiutare altri fantasmi è buona.

L'idea di passare attraverso i muri è divertente.

Contro:

Peccato che solo 4 fantasmi e si trovano tutti poco prima del secondo livello.

La città, è blindatissima pur essendo un fantasma. Avete la libertà di attraversare

solo le porte dei livelli. Il resto, negozi, abitazioni e quant'altro sono off-limit.

Solo uno slot di salvataggio nel 2015 ?

Una volta terminato potete anche buttarlo non ci sono motivi per rigiocarlo. A

meno che non abbiate mancato dei collezionabili per prendere il platino. ^^;

Voto Finale: 6 su 10


Etichette: recensioni ps3
25-03-2015