STUDIO MIRAI


Recensione PS3: Legend of Kay Anniversary

Titolo gioco: Legend of Kay Anniversary

Piattaforma: PS3

Supporto Fisico: No Tipo: PSN

Premessa: Trovandolo in offerta a 6,50, ho deciso di ricomprarlo dopo aver acquistato tanto tempo fà, sempre in digitale, la versione ps2.

Immagini: http://cdn3-www.playstationlifestyle.net/assets/uploads/2015/07/Legend-of-Kay-Anniversary-3.jpg

Storia: La storia non cambia. I gorilla insieme ai topi decidono di governare con forza bruta un'isola dove abitano altre razze più docili come i panda o i conigli. Ma, all'interno di una città di gatti, c'e ne uno che decide di ribellarsi alla situazione.

Gioco: Il gioco non cambia di una virgola anche con il suffisso anniversario. A parte una rivisitazione dell'hud su schermo, rispetto alla versione originale, un aggiornamento grafico e molti extra tipo: Immagini, musiche et altro, da sbloccare durante il gioco. Il resto è stato lasciato al suo destino e si nota. Specialmente durante alcuni combattimenti o sezioni platform con la telecamera che fa il suo lavoro per non farti vedere cosa sta succedendo. Per il resto, il gioco non è cambiato. Si, anche il difetto che una volta terminato, non hai la possibilità di rivisitare i livelli, se non, fare una nuova partita.

Pro:

Miglioria grafica e hud.

Doppiato in italiano.

Molti extra da sbloccare.

Contro:

Telecamera a volte ostile.

Stessi difetti della versione ps2. ( Quindi anche i  livelli non più ripercorribili, una volta superati. )

Doppiaggio inverso ( Con a volte, voci femminili appioppate ai modelli maschili dei personaggi. ^^; )

Voto Finale: 6 su 10


Etichette: recensioni ps3
05-05-2016


Recensione PS3: Syberia 2

Titolo gioco: Syberia 2

Piattaforma: PS3

Supporto Fisico: No Tipo: PSN

Premessa: Finito all'epoca su ps2, lo ricomprato su psn in offerta a 4,50 euro.

Immagini: https://psmedia.playstation.com/is/image/psmedia/syberia-ii-screenshot-10-ps3-us-5may15?$MediaCarousel_LargeImage$

Storia: Continua la camminata di Kate Walker, questa volta accompagna Hans Voralberg alla ricerca di Syberia. Lasciando alle spalle New York, il suo lavoro e i suoi amici.

Gioco: Per prima cosa la trasposizione tra mouse e joypad è la solita già vista nel capitolo precedente. Con un tasto si corre, con un altro si attiva il cellulare, mentre con la levetta si comanda proprio il personaggio al posto del cursore. In questo capitolo non ci sono tutorial di sorta. Il gioco, graficamente parlando è rimasto uguale alla versione per cellulari o tablet android anzi i personaggi sono lievemente meno definiti rispetto proprio alla versione android. ^^; ( Per non dire che globalmente. La versione android di questo capitolo si avvicina un pò al pc, che non la versione PS3. ) ^^; Ma il difetto della mancanza del labiale dei personaggi si trovano su entrambe le versioni. Invece gli effetti ambientali sono minimi e in alcune poche schermate rallentano inspiegabilmente il sistema. E in pochi casi non ci sono durante lo svolgimento della storia. Ad esempio su due pozzanghere solo su una vedrete il riflesso di Kate. ^^; Certo, la grafica va bene, anzi è leggermente più definita se si parla del titolo per cellulare. Ma su PS3, c'e un certo sherlock holmes o peggio ancora un god of war che fanno capire la potenza della consolle in fatto di grafica. E ricordiamoci che Syberia 2 è un gioco uscito nel 2004 su pc, eppure la versione PS3 è solo l'ombra di quella versione. La versione Android come nel primo titolo, ha anche dei bozzetti bonus da sbloccare giocando, che mancano su ps3. Riguardo gli enigmi, i problemi del primo Syberia ci sono tutti, percui vi rimando alla recensione del primo titolo. In più, su questo titolo, alcuni enigmi non hanno indizi su come risolverli. E i cosidetti aiuti (Nei livelli facile et normale.) non servono a nulla. Rendendo i suddetti enigmi, frustranti alla lunga. Si. Come il primo titolo, anche in questo secondo capitolo ci sono i 3 livelli di difficoltà. Invece i filmati sono migliorati, alcuni continuano ad avere le bande nere, altri invece sono a pieno schermo. Ma nessuno di essi è rallentato. Invece il gameplay è lievemente confusionario nel senso che in alcune schermate non si capiscono le uscite e le entrate, in più il personaggio a volte si blocca davanti ad un elemento dello sfondo e dovreste sbloccarlo. Le icone di dialogo non sempre appaiono stando davanti al NPC. A volte dovreste allontanarvi per parlarci. ^^; Non ho approfondito se anche in questa versione mancano schermate dalla versione pc. Ma tanto il gioco ha altri problemi che non fa nulla. ^_^ Il reparto musicale è uguale ad entrambe le versioni con in alcune sezioni, solo gli effetti sonori ambientali a farci compagnia. Il doppiaggio in italiano ha la qualità del primo titolo senza i suoi problemi. Anche per questo capitolo vale quanto detto nella precedente versione ossia che hanno preso la versione tablet/cellulari e messo su ps3 senza nessuna miglioria anzi anche peggio. C'e un bug che vale solo per la versione europea del gioco. In cui il trofeo di finire il gioco in poco tempo, non si sblocca e si dovrebbe attendere un'eventuale patch. In conclusione, questo secondo capitolo ha di buono che hanno aggiustato un pò di cose rispetto al precedente capitolo, ma si continua con l'operazione di copia incolla Tablet/Ps3. ^^; E visto che il gioco senza offerte costa 15 euro... ^^;

Pro:

Leggeri miglioramenti rispetto al primo capitolo.

Doppiaggio e testo in italiano.

Alcuni filmati a schermo intero e nessuno di essi va a scatti.

Contro:

Una versione android rimaneggiata alla bene e meglio e rivenduta su ps3 al triplo del

prezzo senza sconti. ^^;

Ancora con questo problema dell'unico slot di salvataggio ?

Storia sotto tono rispetto al primo capitolo.

Tutti i personaggi sono campioni di ventriloquismo. ^^;

Voto Finale: 3.8 su 10


Etichette: recensioni ps3
04-10-2015


Recensione PS3: Child of Light

Titolo gioco: Child of light

Piattaforma: PS3

Supporto Fisico: No Tipo: PSN

Premessa: Ne avevo sentito parlare bene, e approfittando dell'offerta a meno di 5 euro e ti porti a casa sia la versione ps3 che quella ps4, percui lo comprato. ^_^

Immagini: http://3m6ok5roj7q1lfxor15yilh164s.wpengine.netdna-cdn.com/wp-content/uploads/2014/04/child_of_light_combat.jpg

http://oyster.ignimgs.com/mediawiki/apis.ign.com/child-of-light/c/cc/Col-011.jpg

http://www.xboxachievements.com/images/game/2844/guide/2844-001.jpg

Storia: La storia parla di una bambina di nome Aurora che un giorno si è addormentata, e si risveglia in un mondo nuovo e fiabesco. Orfana di madre, lei vuole ritornare a casa per non affliggere suo padre dalla sua mancanza, ma la signora dei boschi che incontra poco dopo, le rivela che per ritornare a casa c'e bisogno di riprendere 3 oggetti che son stati nascosti dalla regina oscura che regna su quel mondo. Ma questo viaggio in questo nuovo mondo, alla riconquista dei tre oggetti, le farà scoprire le sue origini. 

Gioco: Il gioco è un Rpg all'acqua di rose o quasi, visto che il titolo è pensato per essere a tutti gli effetti una fiaba del 2014. Gli ambienti, i colori, le musiche, i personaggi, sono tutti impostati per far immergere il giocatore nel mondo fiabesco di questo titolo. Anche i dialoghi tra i personaggi son fatti di proposito, per rimarcare ancor di più di essere all'interno di una fiaba. In effetti, i dialoghi tra Aurora, che impersonate e i vari personaggi che incontrerete nel gioco, son tutti in rima. In più, la bimba avrà come aiuto un lucino chiamato Igniculus, questo strano alleato sarà fondamentale durante i combattimenti, non solo, c'e anche la possibilità che un secondo giocatore controlli il lucino. Ma veniamo al cuore del gioco ossia i combattimenti. I programmatori si son ispirati a Grandia, vecchio rpg per saturn poi passato su psx, con l'aggiunta del lucino. Ma parliamo per prima cosa del fatto che è facile prendere di spalle i nemici controllati dalla IA. ( Guadagnando cosi, quasi un turno in più di attacco, rispetto ai nemici.) I nemici nello scenario sono visibili e hanno pattern di movimento prestabiliti, quindi basta attendere il momento giusto per prenderli alle spalle. Per il combattimento invece, come ho detto prima, si son ispirati a Grandia migliorando alcuni aspetti. Prima cosa gli alleati che possono scendere in campo sono solo due mentre i nemici sono al max tre. Quindi non ci troviamo quasi mai in un vero e proprio svantaggio numerico come succede molto spesso nei altri giochi di questo genere.  Ma ecco come funziona la battaglia. Alla base della schermata di lotta c'e una riga che è composta da due parti, la prima più lunga, c'e la scritta attendi, la seconda molto più corta è dove il personaggio sta per attaccare. Prima che l'icona del personaggio entri nella seconda parte, il gioco si ferma e da la possibilità al giocatore di scegliere le solite opzioni tra attacco, pozioni, compagnia e fuga. L'attacco a sua volta si divide tra magico e fisico a secondo le abilità attivate del personaggio. Le pozioni sono quelle che si raccolgono durante la perlustrazione dei ambienti aprendo le casse che si trovano o come premio per aver vinto una battaglia. ( In questo gioco non ci sono negozi di sorta. ) Compagnia, ossia la possibilità di cambiare alleato, ma rispetto agli altri rpg, in questo gioco cambiare alleato non fa perdere il turno, bensì potete subito attaccare con il nuovo alleato. Ma solo se il personaggio che cambiate sia lo stesso che fà l'azione, altrimenti si perde il turno. Esempio: Se Aurora sta per attaccare e decidete di cambiare alleato, se lo rimpiazzate al posto di Aurora, il nuovo personaggio ha subito il suo turno di attacco, in caso contrario, il rimpiazzo ha l'attacco, ma chi ha usato l'opzione perde il turno. Ovviamente la fuga serve per fuggire dalla battaglia ma, vista la facilità di esse a livello normale non avrete chissà che problemi. Il lucino durante il combattimento serve per far rallentare uno dei nemici in modo da non farlo attaccare con la sua normale velocità, ma ciò comporta il consumo di energia luminosa che, una volta esaurita, potete solo attendere che si ricarichi oppure muovere il lucino vicino ad un piccolo alberello luminoso per fargli prendere sia le forze che dare energia ai alleati. ( A livello difficile da solo energia per il lumino. ) Una volta che l'alberello ha rilasciato gli oggetti di ricarica, il suddetto si spegne e bisogna aspettare prima che si illumini di nuovo. Una volta finita la battaglia, guadagnerete punti esperienza per salire di livello e una volta salito di livello, vi vengono dati dei punti sulle varie voci che non potete liberamente assegnare. E solo un punto abilità e qui si, che potete assegnare il punto, all'abilità che volete attivare. Di norma, tutte le abilità, sia esse di statistiche (es: tot punti forza magia, tot punti difesa. ) che di azioni. (es: Magia raggio di luce, attacco intralcio + ) vogliono un punto abilità per essere attivate. A parte le abilità finali che però vengono sbloccate verso la parte finale del gioco. I nemici invece sono pochi e si differenziano sia per aspetto che per elemento fuoco, acqua, terra, oscurità. O nemici che son più deboli all'attacco fisico che alla magia. Ma c'e una certa ripetitività. Per allungare lievemente la longevità ci sono anche delle missioni secondarie che una volta completate, vi danno dei premi piu o meno importanti. Oltre alle pozioni, nelle casse potreste trovare dei smeraldi di vario colore e dimensione che messi in slot appositi vi danno dei bonus tipo: Aggiungere l'attacco fuoco oltre a quello normale o dare un tot di percentuale in più di esperienza. Il problema di questi frammenti è che, almeno a livello normale, non servono poi tanto. Visto che io non ci ho perso tempo ad aggiungere frammenti. ( A parte occupare due slot per Aurora. Uno per avere di esp in più e uno per potenziare l'attacco luce. ) Il resto dei compagni li ho lasciati senza mettere nulla. Eppure ho finito il gioco con una certa tranquillità. ^_^ Le musiche come ho detto prima, sono adatte in ogni situazione e vi fanno immergere nell'aria fiabesca che questo titolo emana.

Pro:

Una fiaba con doppiaggio dei filmati in italiano.

Musiche adatte ad immergersi nell'atmosfera fiabesca del titolo.

graficamente molto dettagliato con atmosfera fiabesca.

Contro:

Solo uno slot di salvataggio con auto salvataggio nel 2015 ?

Qualche freeze sporadico.

Tutti i dialoghi sono fatti in rima. ( Può non piacere questa cosa. )

Voto Finale: 8 su 10


Etichette: recensioni ps3
08-05-2015


Recensione PS3: Syberia

Titolo gioco: Syberia

Piattaforma: PS3

Supporto Fisico: No Tipo: PSN

Premessa: Finito all'epoca su pc o ps2 non ricordo di preciso, lo ricomprato su psn a 5 euro.

Immagini: http://www.androidblog.it/wp-content/uploads/2014/05/unnamed.jpg http://www.androidblog.it/wp-content/uploads/2014/05/Syberia-02.png http://i.ytimg.com/vi/WcqNwY7jSPA/maxresdefault.jpg

Storia: Kate Walker, una giovane avocatessa di un noto studio legale, approda in una piccolo paesino di nome valadilenè, per comprare, per conto di un'altra ditta di giocattoli, la fabbrica di automi del paesino. Peccato che, appena arrivata, la proprietaria della fabbrica muore. ^^; E parlando con il notaio sull'eredità, viene a conoscenza di un erede. Quindi, il compito di Kate sarà di ritrovarlo per concludere la vendita della ditta.

Gioco: Per prima cosa la trasposizione tra mouse e joypad è avvenuta abbastanza bene. Con un tasto si corre, con un altro si attiva il cellulare, mentre con la levetta si comanda proprio il personaggio al posto del cursore. E altri pochi tasti che vengono visualizzati all'inizio come un piccolo tutorial. Il gioco graficamente parlando è rimasto uguale alla versione per cellulari o tablet android anche il difetto della mancanza del labiale dei personaggi e anche la mancanza cronica dei effetti ambientali tipo nebbia, fumo et altro. Rispetto alla versione originale pc. Ovviamente questa trasposizione cellulare-ps3 risente anche nei modelli poligonali che sono mooolto poveri, diciamo leggermente superiore o quasi alla ps2. Certo, la grafica va bene se si parla di titoli per cellulari ma su ps3, c'e un certo sherlock holmes o peggio ancora un god of war che fanno capire la potenza della consolle in fatto di grafica. E ricordiamoci che syberia è un gioco uscito nel 2002 su pc, eppure la versione ps3 è solo l'ombra della versione pc. Dimenticavo, sempre rispetto alla versione pc, su ps3 e credo anche android, si son dimenticati di mettere delle schermate di paesaggi. Che non sono utili alla fine del gioco, però potevano dare un senso di completezza e invece son state inspiegabilmente cancellate, stessa sorte per alcuni personaggi, cancellati nella versione ps3/android. Però la versione su cellulare ha anche dei bozzetti bonus da sbloccare giocando, che mancano su ps3. Hanno modificato anche il gameplay del cellulare. Anche se serve solo una volta in tutto il gioco, non è possibile comporre il numero sul tastierino. Ma una volta adocchiato il numero, lo si ha nella memoria del cellulare, basterà selezionarlo e partirà la chiamata. Altri problemi riguardano gli enigmi. Se dovete utilizzare i macchinari o altro, il cursore non lo muovete con la levetta a mo di mouse, bensì a selezione di un tasto alla volta. Esempio: Avete una tastiera da 10 numeri e dovete selezionare 2 numeri. Con la prima versione, basta gironzolare con la levetta sulla tastiera a mo di mouse e " cliccare " con il tasto di conferma, il numero scelto. Invece la soluzione apportata dai programmatori è la seguente: Muovere la levetta a sinistra o a destra per scegliere un numero, il cursore si muoverà di un passo sulla tastiera. Più volte muovete la levetta più volte il cursore avanza o indietreggia sulla tastiera. E questa soluzione è molto più scomoda, perciò è quella che hanno scelto i programmatori come alternativa alla mancanza del touch screen. In compenso, la versione ps3 ha guadagnato 3 livelli di difficoltà, che solo al livello difficile lo si gioca come nel gioco normale, disattivando il tasto aiuto. Invece nei livelli: Normale e Facile, c'e la possibilità di usare il tasto aiuto piu o meno frequentemente, nel caso vi bloccate ad un enigma. Mentre come aggravante, tutti i filmati sono visti in panoramico con le bande nere sopra e sotto. E a volte vanno a scatti, per non parlare del filmato finale. ^^; Le musiche sono le stesse del gioco originale, invece riguardo i dialoghi, anche se tutto doppiato in italiano, a volte ha delle inspiegabili interruzioni. ^^; Altre pecche riguardano l'eventuale confusione che si ha in alcuni ambienti credendo magari che non ci siano altri luoghi, ma in verità ci sono. ^^; Tutto perchè non ci son indicazioni a schermo su dove si può andare. C'e anche il problema che il personaggio 3D a volte si blocca tra gli elementi dello sfondo. per finire in parole povere, non hannof atto altro che prendere la versione android e l'hanno adattato su ps3, nulla di più e qualcosa di meno. (tipo i bozzetti) E pensare che il gioco su psn senza offerte costa 14 euro. ^^;

Pro:

Bella storia.

Tre livelli di difficoltà.

Doppiaggio in italiano.

Contro:

Una versione android rimaneggiata alla bene e meglio e rivenduta su ps3.

Nel 2015 il personaggio ancora si incastra sullo sfondo e c'e solo uno slot di salvataggio ?

Interruzioni audio inspiegabili oltre a filmati a volte rallentati. ^^;

Voto Finale: 4 su 10.


Etichette: recensioni ps3
20-04-2015


Recensione PS3: Murdered: Soul Suspect

Titolo gioco: Murdered: Soul Suspect

Piattaforma: Ps3

Supporto Fisico: No Tipo: PSN

Premessa: Ho preso sto gioco per via di una semi offerta a 15 euro quando costava il doppio. Che poi qualche mese dopo c'e stata un'altra offerta a meno di 10 euro per lo stesso gioco. Vabbè. ^^;

Immagini: http://download.gamezone.com/uploads/image/data/1161357/article_post_width_Murdered_Soul_Suspect_Joy.JPG http://killapenguin.com/227/gallery/medium/murderedsoulsuspect/murdered-soul-suspect-0013.jpg http://images.bit-tech.net/content_images/2014/06/murdered-soul-suspect-review/murdered4-1920x1080.jpg

Storia: Il gioco inizia in una Salem dei giorni nostri. Si, la stessa Salem famosa per la caccia alle streghe. Un investigatore della sezione omicidi della locale stazione di polizia con un passato criminale, sta seguendo la pista di un serial killer che sta imperversando in città uccidendo giovani donne. I giornalisti lo hanno chiamato il killer della campana perchè lascia il simbolo di una campana vicino ad ogni vittima. Il nostro protagonista si scontra con il killer avendo la peggio. Ma la sua morte non è la fine, ma bensì l'inizio del gioco e il proseguo delle indagini sul killer.

Gioco: E il gioco inizia con il tentativo vano del detective che vuole rientrare nel suo corpo ma il killer ovviamente glielo impedisce. Subito dopo, lui nota una ragazzina fantasma e sta al giocatore inseguirla obbligatoriamente. Solo dopo aver concluso il dialogo con questo personaggio che il gioco ha finalmente quasi inizio. Il giocatore comanda lo spettro che ovviamente essendo incorporeo potrebbe attraversare di tutto e di più e invece no. Con la scusa del battesimo alle abitazioni, i fantasmi non possono entrare se la porta della casa non è già aperta. Peccato che le uniche abitazioni aperte sono quelle dei livelli. In più, non potete entrare nei livelli o ambientazioni successive se la storia non è arrivata a quel punto. Ma tranquilli, il gioco mette i paletti già dall'inizio, dovrete almeno superare il primo " livello " ossia l'edificio da cui avete spiccato il volo, prima di avere la libertà di girare per tutta la cittadina di Salem. Cittadina che è si popolosa con png che si fanno gli affari propri passeggiando o parlando tra loro. E visto che siete un fantasma è possibile entrare nel loro corpo e leggergli la mente. Peccato che ai fini del gioco non serve a molto, anche perchè i pensieri sono ridondanti, ripetendosi più volte con personaggi diversi. Una cosa che mi è piaciuta è la possibilità di aiutare altri spettri che come voi hanno qualcosa in sospeso, prima di passare dall'altro lato della strada. (cit.) Peccato che anche in questo caso, non ci hanno voluto spendere tanto tempo, tante che per tutto il gioco aiuterete solo 4 spettri. Gli altri che vedrete in giro per la città o nei livelli non avranno bisogno di aiuto, al massimo partirà un dialogo fine a se stesso che non vi porterà da nessuna parte. Essendo un fantasma, il gioco poteva prendersi molte più libertà avere molte più sotto missioni o altro, ma la software house si è più concentrata a portare a termine la storia anziche curare un attimino gli aspetti e le possibilità di un fantasma. Si, potete attraversare i muri stando dentro le abitazioni, ma sempre limitati a quello spazio. Se dietro quella porta chiusa non c'e nulla, si vedrà apparire la scusa della benedizione che anche se siete fantasma, da qui non si passa.  Il gioco anche se non sembra, prende un pò dalle avventure grafiche, durante l'investigazione mentre raccogliete indizi, ci saranno momenti di scelta multipla tipo: Che stava cercando l'assassino in quella stanza ? E voi dovete concatenare una serie di indizi trovati per dare la risposta, oppure per far parlare una testimone dovete condizionarla, scegliendo un indizio che le farà ricordare ciò che vi serve ai fini delle indagini. Se sbagliate indizio vi toglierà uno dei tre distintivi. Peccato che anche se sbagliate di proposito non vi farà mai togliere l'ultimo distintivo. Quindi a che pro mettere questi distintivi se poi il gioco non ti punisce, per la tua incapacità di ragionamento ? No, non ci siamo. Ah, per dare una leggera scossa al gioco ma solo all'interno dei livelli. ( In città non ci sono, anche se credo che li volevano inserire, ma il tempo a loro disposizione era terminato, per cui hanno chiuso il gioco in fretta e furia. ) Ci sono dei nemici chiamati demoni che se vi vedono, vi si pappano a colazione. Per evitarli potete nascondervi nei eco di fantasmi passati oppure sconfiggerli colpendoli alle spalle e con una combinazione di tasti ve lo togliete davanti alle scatole e tranquilli, una volta sconfitto non ritorna più. ^_^ Poi dobbiamo parlare della marea di collezionabili, quasi 250 in tutto. A volte un collezionabile vi narra una storia e molte volte solo una didascalia di una riga. Altra cosa che non mi è piaciuta è la sensazione che il tempo è fermo. Vai a un livello la prima volta è incontri png, fantasmi et altro. Se prosegui con la storia e ritorni in un livello precedente, i png et altro non si evolveranno con l'avanzare della storia, rimarranno sempre nella stessa posizione. E questo lo si evince molto quando si sta per finire il gioco. Se nel caso, prima di andare verso il livello finale, date un'occhiata all'abitazione da dove è partito tutto. Vi vedrete che nella scena del crimine ci sono ancora i poliziotti che stanno studiando gli indizi per capire come il serial killer vi ha ucciso. ^^; Eppure in strada, la sagoma di gesso non c'e più da molto tempo e nemmeno il vostro corpo, insomma qualcosa si è mosso. Ma nei livelli il tempo è fermo. La realizzazione tecnica poteva essere buona, ma hanno dovuto fare troppi compromessi, tipo tutte le auto-furgoni e quant'altro con i finestrini neri, come ai tempi della prima psx. E ogni tanto c'e una leggera incertezza mentre il personaggio va a zonzo per la città. Insomma, un titolo che poteva esser sfruttato meglio, ma forse per mancanza di tempo o per altro è uscito un titolo che anche se ha una buona storia e finale, il contorno è acerbo. E con troppi paletti per essere un fantasma.

Pro:

Bella storia e buon finale.

Buon doppiaggio in italiano.

L'idea di aiutare altri fantasmi è buona.

L'idea di passare attraverso i muri è divertente.

Contro:

Peccato che solo 4 fantasmi e si trovano tutti poco prima del secondo livello.

La città, è blindatissima pur essendo un fantasma. Avete la libertà di attraversare

solo le porte dei livelli. Il resto, negozi, abitazioni e quant'altro sono off-limit.

Solo uno slot di salvataggio nel 2015 ?

Una volta terminato potete anche buttarlo non ci sono motivi per rigiocarlo. A

meno che non abbiate mancato dei collezionabili per prendere il platino. ^^;

Voto Finale: 6 su 10


Etichette: recensioni ps3
25-03-2015