STUDIO MIRAI

Tara Tazi Rewrite

Episodio #11 - Il Combattimento.

La levriera Tara riceve l'ordine dal suo superiore di trovare una banda di falsari alieni. Viene spedita sulla Terra in incognito. Una volta arrivata tenta di passare inosservata facendo nuove amicizie e cosa più importante, essere una concorrente al concorso di bellezza. Peccato che il piano riceve un intoppo da parte di un'invasione Hajinkoriana. Lei tenta di nascondersi ma viene scoperta e imprigionata insieme a Giada Mirai. La volpina ha un piano per fuggire, ossia prendere il controllo dell'astronave e dirigersi su Aldebaran. Pianeta natale dei nemici naturali dei hajinkoriani ossia i ka'shin. ^^;



Tara Tazi Rewrite
Episodio #11
Il Combattimento.

Ci troviamo all'interno della stanza dove si trovavano le due alermariane. La volpina disse.
- Si, mi ricordo di te. E un vero peccato che il concorso sia stato annullato.
- Immaginavo già di sfidare le mie concorrenti e invece. Questa invasione non ha fatto bene alla mia voglia di vincere il concorso.
- Pensò che una volta conclusa questa parentesi, il concorso si svolgerà come di consueto.
- Lo spero proprio. Anche se questo comporterà una bella spesa imprevista agli organizzatori.
- Di certo la ristrutturazione del museo e dei altri edifici non privati, sarà la città stessa a spenderci i fondi per ricostruirli. Invece il costo per le ristrutturazioni della case private saranno i proprietari a spenderci i crediti sopra. Ma prima devono assicurarsi che l'invasione abbia termine.
- Già. Ma dico io, con tanti pianeti che ci sono. Usano sempre questo pianeta come bersaglio, non si stancano mai ?
- Non è colpa loro se sia l'amico, che la figlia della regina, abitano sulla Terra. Anch'io mi comporterei allo stesso modo se avessi Alexia come nemica da battere.
- Ma non potrebberò lasciar perdere ? So che in passato non hanno mai vinto contro di lei. Perchè insistere ?
- Certamente non è un problema nostro. Ora dobbiamo solo aspettare che quei Ka'shin ci trovino, così li avviseremo del problema sul pianeta.
- E se i due decidono che siamo prigionieri come gli altri ? Per ciò che ne possono sapere, potremmo essere anche amici dei hajinkoriani.
- Non c'e da preoccuparsi Tara. Sono piuttosto importante, non solo sul mio pianeta anche verso gli Aldebariani.
- Per essere famosa tra di loro, sono sicura che avete costruito tante di quelle tecnologie.
- Assolutamente no. Conosco molto bene la loro regina. Per questo sono famosa tra loro. E per le tecnologie, ci pensano gli edificatori a crearne, non hanno certo bisogno della mia esperienza Alermariana.
- Mi ero dimenticata dell'esistenza dei edificatori Aldebariani. - Rispose la levriera dandosi un colpetto sulla fronte e continuò. - Ma questo non significa che il vostro apporto con i chip umi 24 sia meno importante dei loro edificatori.
- Lo so. Ma ciò non cambia che i loro edificatori sono piu bravi di me con le loro tecnologie e i loro poteri.
- Non posso che darvi ragione. - Rispose lei e in quel momento Ametista disse. - \ In arrivo uno dei Ka'shin che hanno fatto prigionieri tutti i membri dell'astronave.  /
- Solo uno ? - Disse stupita Tara e Giada continuò. - Ametista, sei certa che non stanno venendo entrambi ?
- \ Si. I miei sensori hanno notato che l'altro sta controllando i prigionieri. Di certo la Ka'shin che ci sta raggiungendo ha usato poteri molto forti. /
- Non possono aver mandato la regina, non è da loro. - Disse seria Giada.
- Ma è da sola, quindi chi altri è abbastanza potente da riuscire a catturare un'astronave hajinkoriana con le sue sole forze ? - Domandò stupita Tara.
- Io un'idea l'avrei. Anzi. E' più una certezza che un'idea. - Disse seria la volpina.
- Ah si ? E chi sarebbe ? - Domandò la levriera con curiosità. In quel momento si aprì la porta e si vide apparire all'uscio Kiddy che disse sorpresa nel vederle. - Due Alermariane ? Che ci fate qui ?
- Ecco Tara. Ti presento la numero due dei Ka'shin aldebariani, Kiddy Sai'nil. - Rispose Giada voltandosi e Kiddy disse ancora più sorpresa. - Giada !!!! Che diamine ci fai qui !!! E chi è lei ?
- Ti posso spiegare tutto. Ma forse sarebbe meglio farlo davanti alla regina nonchè tua amica.
- Perchè vuoi parlare con Jun ?
- Se non lo faccio io. Lo farai tu certamente. Appena saprai come mai io e la mia amica Tara, ci troviamo su questa astronave hajinkoriana.
- Sono sicura che è coinvolto quel pianetino.
- Risposta esatta Kiddy. - Iniziò Giada. - Gli hajinlkoriani lo hanno invaso per l'ennesima volta.
- Cosa !!! Non è possibile !! - Disse sorpresa Kiddy e continuò. - Sia la cinta alermariana, che noi, non abbiamo avuto notizie di passaggi di astronavi hajinkoriane. Come è possibile che sia arrivata fin li senza passare dalla cinta alermariana ?
- Lo spazio cara Kiddy non è 2d con un unico percorso. Sono sicura che prima o poi avranno capito anche loro. Che non è conveniente passare per la cinta, avranno scelto  un'altra strada per arrivare fin li.
- Ma nemmeno le nostre pattuglie sparse per vari anni luce, non ci hanno riferito nulla a riguardo di un passaggio da parte dei hajikoriani. Quindi. Come ci sono arrivati li ?
- Anche se nel vostro pianeta siete più Ka'shin che edificatori. Ciò non implica che siate abbastanza numerosi da poter pattugliare l'intero universo. E' impossibile. - Disse la volpina e continuò pensierosa. - Avranno trovato una traiettoria libera dalle pattuglie dei Ka'shin, e l'hanno sfruttata per poter passare inosservati e invadere per l'ennesima volta quel pianetino.
- Come hai detto tu Giada, sono costretta a riferirlo alla regina, e voi dovete aiutarmi.
- Vuoi che Ametista piloti quest'astronave fino al vostro pianeta ?
- Vedo che mi hai capito. Dai l'ordine mentre io vi seguirò con la navicella con cui siamo venuti. Mentre Mizal continua a sorvegliare i prigionieri. - Giada si rivolse ad Ametista mentre Kiddy scomparì. - Sentito Ametista ?
- \ Certamente, eseguo l'ordine, inizio controllo del computer di bordo, inserita nuova destinazione, Aldebaran. / - In quel momento l'astronave ebbe un lieve sussulto e lei continuò. - \ Arrivo previsto a meno di un quarto di ro. / - Quindi le due astronavi partirono verso la stessa destinazione.

Intanto sul pianeta Terra vediamo Saiko passeggiare tranquillamente per la città mentre pensò.
- " E abbastanza furbo e sono certa che ha poteri molto forti, ma il mio compito è quello di fermarlo. " - E disse pensierosa. - Se ci vado ora sarei in pericolo, devo solo pazientare
un pò. Nel frattempo, vediamo di evitare le pattuglie Hajinkoriane. - Quindi decise di andare alla sede dello Studio Mirai.

Nella vicinanze della sede. L'edificio era piuttosto affollato di nemici e lei pensò mentre sbirciava da un angolo della via.
- " A quanto pare mi ha studiata da vicino, e io non so niente di lui. " - In quel momento apparì al suo fianco Sakura che disse a bassa voce. - Sapevo di trovarti da queste parti.
- Se sei venuta, significa che tutto è pronto.
- Magari. C'e stato un intoppo imprevisto. Garusai ha paura che se interveniamo, ucciderà quell'umano.
- Non può ucciderlo, se lo facesse si libererebbe dell'esca.
- Ma ora non cadresti nella sua trappola una seconda volta, percui è un miracolo che non lo abbia già considerato inutile. - E continuò. - Fidati della tua amica Sai-chan. L'unico motivo per cui non l'ho ha già ucciso è perchè gli serve ancora.
- Magari per attirare mia madre su questo pianeta. Anche se è un pò debole come motivazione, se invece ero ancora rinchiusa nella sua cella. - Disse pensierosa Saiko.
- Per questo Garusai non riesce a comprendere le mosse del nemico.
- Non è cosi imprevedibile. Sono sicura che il mio piano funzionerà.
- Se lo dici tu. In questo caso siamo pronti, anche se un pò titubanti.
- Tranquilli, non permetterò che lo uccidano. - Disse seria. Sakura scomparì e Saiko disse con sguardo deciso. - Vediamo di allenarci. - Percui andò verso lo spiazzo dove c'era l'edificio circondato dai nemici. I presenti la guardarono e uno di essi disse. - [ Grazie per esserti offerta come prigioniera. ]
- Ma io non sono venuta qui per farmi catturare, ma per uccidervi.
- [ Anche se sei la figlia di Jun. Non sei forte abbastanza per impensierire anche solo uno di noi. ]
- Lo vedremo. Su, venite avanti. - I presenti si guardarono e si misero a ridere e infine un altro disse. - [ Tu da sola contro tutti noi ? Ma non farci ridere. ]
- D'accordo. Visto che non volete venire, sarò io a venire da voi. Siete pronti per la sconfitta ?
- [ Avete ascoltato il capo, dobbiamo solo riportarla da lui. Per cui non fatele molto male. ]
- [ Sarà fatto. ] - Rispose un altro e Saiko disse.- E' un peccato che mi volete viva, perché io vi voglio morti. - Disse seria e camminò con calma verso di loro e quest'ultimi si misero in posizione e attesero il momento per attaccarla.

Tempo dopo sul pianeta Aldebaran, ci troviamo nella sala del trono. Qui vediamo le due Alermariane oltre a Kiddy e Jun. Quest'ultima disse.
- Mi state dicendo che un gruppo di hajinkoriani ha invaso quel pianeta e catturato mia figlia ?
- Si. Dovevo essere io a mandarvi il messaggio, ma son stata scoperta prima di farlo e ovviamente mi hanno catturata subito dopo e spedita su quell'astronave. - Disse seria Tara.
- Che ne pensi amica mia ? - Domandò lei.
- E' chiaramente una trappola. Useranno vostra figlia per eliminarvi e noi non possiamo perdere una regina cosi presto.
- Anche perchè a parte Saiko, non ci son altri membri della famiglia. Sta di fatto che fino ad ora non ho ricevuto nessun messaggio da parte loro. Può significare che mia figlia si è liberata.
- Se fosse vero ho paura che per Alex non si mette bene. - Disse pensierosa la volpina.
- Come mai è coinvolto quell'umano ? - Chiese la regina.
- Prima di venir scoperta, ho visto l'umano insieme a vostra figlia, nella cella dell'astronave madre che si trova sul pianeta. - Disse la levriera.
- E ora che mia figlia si è presumibilmente liberata, l'umano non serve più. - Disse pensierosa Jun e continuò. - Ho paura che dovrò ritornare su quel pianeta per salvarlo.
- Se andate, farete il gioco dei vostri nemici. - Iniziò la Ka'shin e continuò. - Se mi date l'ordine, ci penso io a liberarlo.
- Ma se ti vedono, capiranno che io non verrei mai e quindi diventerebbe inutile perciò lo uccideranno prima che tu possa raggiungerlo.
- A meno che non vi scambiano per la regina. - Disse seria la levriera.
- Che hai in mente alermariana ? - Domandò la regina e lei le comunicò il suo piano.

Ritornando sulla Terra. Saiko aveva buttato giu solo un paio di nemici prima di rendersi conto che erano troppi anche per lei e quindi stava facendo la cosa più saggia di tutte. Fuggire. In effetti la vediamo correre per le vie della città specialmente quelle stradine poco affollate o nascoste dalle vie principali. Si fermò a riposare dietro una viuzza tra due edifici pensando.
- " Cosa mi è saltato in mente, non sono certamente forte come mia madre anzi è un miracolo che sono riuscita a far perdere i sensi ad un paio prima di rendermi conto della stupidaggine che stavo facendo. " - E pensò preoccupata. - " Ora devo nascondermi prima di procedere con il piano di Garusai. " - In quel momento passarono di fianco un paio di hajinkoriani e lei si poggiò spalle al muro a destra sperando che non la vedevano. Sentì i due nemici. - [ Corre velocemente per essere un'aldebariana. ]
- [ Tanto che l'abbiamo persa. Dobbiamo assolutamente ritrovarla, altrimenti il nostro capo potrebbe ucciderci. ]
- [ Lo so questo. Se non la ritroviamo entro pochi rò. Lui si scatenerà su di noi e su quel povero umano. ]
- " Ovvio, se non mi trovano sarà Alex a pagare con la vita. Uhm.. Dovrò cambiare il piano. " - Quindi si affacciò dalla viuzza dando le spalle alla coppia appena passata e disse. - Ehi voi !!! - Loro si voltarono e vedendola disserò stupiti. - [ Vuoi combattere contro di noi ? ]
- No, voglio che mi portiate dal vostro capo. Non voglio che Alex muoia per colpa mia.
- [ D'accordo, seguici. ] - Disse quello a sinistra e il trio con Saiko davanti al gruppo, andò in direzione dell'astronave.

All'interno della stanza del capo, uno di loro riferì.
- [ Una delle pattuglie l'ha ritrovata e la sta riportando da noi. ]
- [ Ottimo. Ora, che l'abbiamo di nuovo. Diramate il messaggio per la regina. E contattate la Ray N 12030 dando l'ordine di uccidere le due alermariane. ]
- [ Sarà fatto. ] - Rispose lui e il capo pensò. - " Ora che sua figlia è ritornata, non mi resta che prepararmi al combattimento contro la regina. " - Si alzò e stava per uscire dalla stanza quando lo stesso sottoposto disse. - [ Mi scusi capo, non riusciamo a contattare la Ray N. ]
- [ Come è possibile ? Scandagliate.. ]
- [ Già fatto. I nostri strumenti non la trovano in questo sistema solare.  ]
- [ Dovrà pur stare da qualche parte nello spazio !! Controllate la rotta che ha preso durante la scomparsa. ]
- [ Impossibile. Il computer di bordo della Ray N  è stato manomesso poco prima della sua scomparsa. ]
- " Scommetto che è colpa del cyborg di quell'alermariana " - Pensò e poi disse incavolato. - [ Perchè non ho dato ordine di disattivarlo !!! Questa leggerezza potrebbe mandare all'aria l'intero piano per uccidere la regina. Maledizione !!! >_< ]

Intanto dal pianeta Aldebaran partì un'astronave leggermente imponente, di colore blu metallizzato, con a bordo le due alermariane insieme alla regina. L'astronave è in rotta verso quel pianetino insignificante chiamato Terra.

Tempo dopo sul pianeta Terra a distanza di sicurezza dall'astronave, si videro nascosti dietro un muro, Garusai e Sakura che osservavano con stupore la cattura di Saiko che veniva portata verso l'interno dell'astronave. Lui disse a bassa voce.
- Ma cosa le è preso ? Il piano comprendeva il farsi inseguire e combattere davanti all'astronave per danneggiarla e grazie alla confusione creata dal vostro intervento, io entravo nell'astronave per liberare l'umano e una volta in salvo, aiutarvi a far fuor i rimanenti del gruppo per poi ri-entrare nell'astronave e mandare Saiko dal capo. Ma cosi..
- Sono sicura che è una nuova idea di Sai-chan.
- Tu dici gattina ?
- Si. Sono certa che ora, tutte le pattuglie sanno che il loro obiettivo è stato catturato, tenteranno di ritornare nell'astronave ma noi lo impediremo.
- E come ? Siamo solo in due con i nostri Xu'di.
- Come avevi predetto Garusai, tutte le pattuglie si son separate andando a coprire zone più vaste e ora tutte stanno puntando verso l'astronave. Se noi li intercettiamo, potremmo ucciderli prima che si riuniscono.
- E' una buona idea ma continuiamo a essere solo in due. Un conto era affrontarli in tre tutto il gruppo, grazie anche al potere di Saiko, ma cosi.
- Ricorda Garui, non siamo soli abbiamo i Xu'di, perciò direi di iniziare a intercettarli prima che si riuniscono.
- Speriamo che questo piano improvvisato vada bene. - Disse lui pensieroso. Quindi le due palle di pelo li fecerò scomparire.

Intanto all'interno dell'astronave precisamente davanti al capo. Si vide l'aldebariana che disse seria.
- Ora che hai me, puoi liberare l'umano.
- [ Perchè mai ? Due ostaggi son meglio di uno, non ti pare ? E di certo tu non vuoi combattermi altrimenti il tuo umano preferito rischia di non uscirne vivo. ]
- Se pensi che cosi mia madre..
- [ Ne sono sicuro, altrimenti non avrei approntato questo piano. ]
- Secondo me il tuo piano fallirà.
- [ E come ? E tutto studiato fin nei minimi particolari. ]
- [ Allarme, alcune pattuglie son state sconfitte. ]
- [ Che ? ] - Disse stupito il capo.
- Ti sei appena scontrato con il mio piano. - Disse seria Saiko e continuò. - Quindi hai due possibilità. Libera l'umano oppure.
- [ Ho capito, ti sei fatta catturare di proposito per distrarmi. ]
- Piu o meno. Il mio piano originale era quello di affrontarti da solo, ma credo di poter affrontare tutti voi.
- [ Non dire indiozie semi-Aldebariana. Non potrai sconfiggerci tutti. E poi, prova solamente ad attaccarci, che darò l'ordine di uccidere quel peso di umano. ]
- [ Non riusciamo più a contattare la prigione speciale. ]
- [ Ma che sta succedendo ? ] - Domandò stupito Agez.
- Il tuo piano sta fallendo. Quando mi avete portata qui non ero sola. - E pensò. - " Sono stata stupida a non ordinare a Rumi ciò che sto per dire. ^^; "
- [ E vero !!!! Il tuo Xu'di. ] - Disse allarmato il capo e Saiko continuò decisa. - Eri cosi sicuro che ordinavo al mio Xu'di di apparire all'interno della cella che ti sei dimenticato dei loro poteri speciali. Per Rumi quella cella è fatta di burro, non le ci vuole molto a rompere le sbarre e far fuggire Alex, usando i suoi poteri all'esterno di quella cella. Quindi ora potrò affrontarti senza problemi.
- [ Attaccatela !!! ] - Disse lui rabbioso. E i due che l'avevano scortata tentarono di colpirla, ma invano. Lei scomparì e riapparì dietro di loro, prese il loro collo e dalle mani partì una scarica elettrica che li fece andare in tilt facendoli cadere privi di sensi, poi disse ai pochi presenti. - Volete anche voi la stessa medicina ? - Loro guardarono il capo e quest'ultimo disse. - [ D'accordo. Hai vinto. ] - Disse lui serio.
- Dai, non puoi arrenderti cosi facilmente. - Disse lei stupita e Agez rispose. - [ Hai vinto solo perché hai trovato un punto debole nel mio piano. Ma non significa che ti lascerò in vita. ] - Il luogo cambio a mo di giungla aliena con alberi multi colore e animali decisamente alieni e lui sparì. Saiko disse guardandosi intorno. - Bravo. Ma non mi sottovalutare. - Lei si mise l'abito da lavoro e con dei bulldozer ai suoi fianchi, buttarono giù tutta la giungla creata, trasformandola in un parcheggio da più di 1000 posti auto. E disse. - Che ne pensi di questo assaggio ?
- [ Brava. ] - Disse lui apparendo da molto lontano e continuò. - [ Non ti sottovaluterò mai più. ] - Il luogo si trasformo in un fondale oceanico con pesci di varie dimensioni e razze ovviamente non terrestri. Lei da prima rimase sorpresa da quel cambio di ambiente e poi pensò. - " Mi ha fregata. " - I suoi abiti si mutarono in una muta da sub con bombole incluse e lei pensò osservando il luogo. - " Pesano queste bombole terrestri. " - Le bombole sparirono e ebbe solo una maschera che le coprì tutta la faccia con ai lati della faccia delle specie di branchie. Pensò. - " Cosi va bene. " - Quindi perlustrò il luogo alla ricerca del capo, un tornado marino andò verso di lei, disse. - Ki Aiutami !! - Lo Xu'di apparì accanto a lei e si appoggiò sulla sua testa e sparirono prima che il tornado la travolgesse. Per poi riapparire in un punto più lontano e il capo disse. - [ Se non fosse per il tuo Xu'di. ]
- E tu che giochi a nascondino come i bambini terrestri.
- [ Come osi paragonarmi a quella razza inferiore ? ] - Alcuni animali andarono verso di lei per attaccarla e lei pensò. - " Vediamo di bollire l'acqua. " - Atterrò sul fondo e inginocchiandosi, mise entrambe le mani sul terreno, dalle sue mani partì una crepa da cui uscirono flussi di magma liquido trasparente che abbrustolì i vari animali che ci passarono in mezzo, e lei pensò. - " Vediamo se ha ancora voglia di usare questo ambiente. " - Dietro di lei ci fu il capo che le sparò un fascio laser viola dalla mano destra, che la colpì sulla schiena e lei cadde verso la fessura che aveva appena aperto. Il calore era piuttosto alto, ma fortunatamente per lei, essendo un suo potere, non ebbe effetti cosi dannosi come lo era stato per gli animali. Lei si alzò e si voltò dicendo. - Complimenti. Solo i fessi attaccano alle spalle.
- [ O i più furbi. ] - Rispose lui che sparì.
- Di nuovo. Uff. E va bene, ora voglio essere io a dettare le regole. - L'ambiente sparì e ci ritroviamo all'interno di una metropoli con tante auto e lei indossava l'uniforme da vigilessa, stando sopra un piedistallo. Quindi indicò alle auto di passare, e tutta quella fila partì di corsa verso una destinazione, ossia l'hajinkoriano Agez che in quel momento si ritrovava al centro della strada. Lui disse. - [ Mi sottovaluti. ] - Grazie al suo potere, alzò la strada
per formare una rampa.
- " Lo immaginavo. " - Pensò lei che sparì e riapparì dietro di lui e lo colpì al collo con una scarica elettrica. Lui si inginocchiò e la scacciò infiammandosi. Poi si voltò dicendo. - [ Brava, mi hai fatto arrabbiare. ] - Andò verso di lei mentre le auto partirono in orbita grazie alla rampa. - E inziò a sparare palle di fuoco che apparirono intorno a lui. La ragazza creò una bolla scudo di colore celeste, per poi correre via pensando. - " Dovrò agire d'astuzia. " - E lui disse. - [ E inutile che fuggi, ti troverò. ] - Il mondo intorno a loro cambiò diventando lo spazio con sullo sfondo il pianeta Terra. Lei vedendo il luogo trasformò i suoi abiti in una tuta da combattimento spaziale con cannoncini sopra i bracci e ai lati delle spalle. Pensò. - " Ora vediamo di sfruttare tutto il mio potere. " - Quindi disse nascondendosi dietro un satellite. - Mi hai stufato, sei pronto a essere eliminato ?
- [ Tu eliminare me ? Ma non farmi ridere. ] - Disse serio, in quel momento la ragazza apparì davanti a lui e sparò con i cannoncini colpendolo e lui disse. - [ Credi di sconfiggermi con questi colpi. ]
- Direi di si. - Rispose lei dietro di lui che sparò contro altri colpi. Ma non era sola, apparirono come funghi altre sue copie e tutte spararono contro di lui. E al termine di quella raffica loro dissero in coro. - Ti è bastato questo assaggio del mio potere ?
- [ Questo solletico vorrai dire. ] - Rispose lui alzandosi in piedi e circondandosi da sfere di fuoco sparandole in tutte le direzioni dicendo. - [ Prima o poi colpirò quella vera. ]
- Aspettavo proprio ciò. - Rispose lei. Lui alzò lo sguardo e vide una figura azzurra alata che piombò sopra di lui atterrandolo di colpo facendo spegnere tutte quelle fiamme e tutte le copie. Si vide Saiko che indossa i suoi vestiti normali con un paio di ali celesti sulle spalle con entrambe le mani dentro il corpo del capo che si trovava disteso di sotto di lei. - Ti avevo detto che ti avrei battuto.
- [ Come hai fatto a essere cosi forte ? ] - Domandò stupito.
- Sono pur sempre figlia della regina di Aldebaran nonchè una Ka'shin. - Rispose lei che tolse le mani dal suo corpo e delle fiamme azzurre uscirono dai buchi. Lei si alzò e si allontanò dicendo. - Sono contenta di esser riuscita a sconfiggerti senza l'aiuto di mia madre. Ciò significa che sono diventata una Ka'shin in piena regola.
- [ Anche se ho perso. Non sarà l'ultima volta che noi hajinkoriani tenteremo di sconfiggere tua madre. ]
- E perderete di continuo.
- [ Lo vedremo. ] - Disse serio che si alzò. Ci troviamo all'interno dell'astronave e continuò incavolato. - [ Lascia questo posto. ORA !!! ] - Lei disse. - Ki. - In quel momento lo Xu'di apparì al suo fianco e entrambi sparirono e lui disse ai presenti. - [ Il mio piano è fallito teletrasportate i superstiti e lasciamo questo insulso pianeta. ]
- [ Agl'ordini. ] - Disse uno dei presenti. E Agez pensò. - " Hai vinto questa battaglia giovane Ka'shin ma non la guerra. "

All'esterno dell'astronave. Saiko fu raggiunta dai suoi amici. Il trio osservò l'astronave che si innalzò in volo e partì mentre il ragazzo disse.
- Ci siamo riusciti.
- Grazie al tuo piano improvvisato Sai-chan. - Disse l'amica.
- Ho cambiato piano solo perchè tenevano in ostaggio quel poveretto.
- Ma anche con il piano precedente avevamo incluso la liberazione dell'umano. - Disse lui.
- Lo so Garusai che son stata impulsiva. Ma l'importante è il risultato.
- Però la prossima volta potrebbe andarci male. - Rispose lui.
- Lo so. - Disse seria e continuò. - E ora aspettiamo l'arrivo di mia madre.

A quanto pare tutto è finito bene, ma come si concluderà questo secondo volume ? E la missione di Tara continuerà oppure verrà richiamata da Vanessa sul suo pianeta ? E Alex che fine a fatto ? Le risposte a queste domande nell'ultimo episodio di questo secondo volume. ^_^ By Studio Mirai ^_~

Continua... ( By Studio Mirai. )

Inizio episodio alle 19:02 del 03/06/2015
Fermato alle 19:42 del 03/06/2015
Ripreso alle 02:18 del 04/06/2015
Fermato alle 03:00 del 04/06/2015
Ripreso alle 14:25 del 04/06/2015
Fine episodio alle 17:06 del 04/06/2015

Inizio correzione e adattamento alle 13:34 del 08/08/2015
Fermato alle 15:01 del 08/08/2015
Ripreso alle 10:54 del 10/08/2015
Fine correzione e adattamento alle 11:44 del 10/08/2015