STUDIO MIRAI

Tara Tazi Rewrite

Episodio #9 - La Fuga di Giada

Tara Tazi riceve l'ordine dal suo superiore di trovare una banda di falsari alieni. Viene mandata sulla Terra in incognito e qui fa alcune conoscenze. Dopo vari avvenimenti, la levriera decide di accelerare il passo entrando nel museo notte tempo per scoprire l'eventuale nascondiglio dei falsari. Peccato che si addormenta e al suo risveglio, il pianetà viene invaso. Cosa strana è che la protagonista sembra scomparsa, chissà dov'è. ^^;



Tara Tazi Rewrite
Episodio #9
La Fuga di Giada

All'interno della cella, l'umano guardò l'aliena che stava andando via e chiese.
- Cosa è tutta questa fretta ?
- [ Stai zitto e non creare problemi. ]
- Lo sapete che il vostro piano sarà un fallimento.
- [ E tu umano, credi di saper far meglio del nostro capo ? ]
- E che ci vuole ? Da quello che noto non avete considerato i poteri dei vostri nemici.
Jun potrebbe benissimo liberarmi prima di affrontarvi.
- [ Non è una cosa che ci interessa. L'importante è che si faccia viva per ucciderla. ]
- Ma dai, mi avete catturato solo per darle una scusa.
- [ Non capisco cosa stai dicendo, ma appena saprà della tua cattura. ]
- Che ho detto. Una banale scusa per farla venire. Capirà benissimo che è una trappola,
non è stupida.
- [ Ora fa silenzio !! ] - Rispose lei incavolata. Quindi uscì dalla stanza e dopo che si
chiuse la porta, si vide apparire dentro la cella, l'aldebariana Saiko. Ossia la stessa
ragazza che poco tempo prima era uscita dal quel bar. L'umano si stupì nel vederla
tantè che disse. - Ma sei veramente tu ?
- Secondo te ? - Iniziò lei e apparì la palla di pelo Rumi e lei disse. - Su, tocca Rumi
che ti tiro fuori da qui.
- Ma cosi tua madre non verrà mai a liberarmi.
- E con questo ? Non dirmi che vuoi che sia lei a liberarti ? - Lo guardò con sospetto. - Cosa stai nascondendo ?
- Assolutamente nulla, parola di umano.
- Proprio per questo non mi fido. Dimmi tutto.
- Non ho nulla da dire.
- Sicuro ?
- Certo. Ma poi. Non eri andata via ?
- Garusai.
- Quindi è il suo piano, scommetto che ora li sta affrontando.
- Non è cretino. Grazie alla tua liberazione loro non avranno altro da fare che mettere a punto un nuovo piano o terminare questa stupida invasione.
- Non credi che potrebbero mentire a tua madre ?
- Impossibile. Se Sakura va da lei a riferire come stanno veramente le cose.
- Ma il capo di questa invasione ha detto che nel loro piano erano stati calcolati anche i Xu'di.
- Davvero ? - Domandò leggermente preoccupata.
- Si.
- Oh ho. - Disse lei, forse intuendo ciò che stava per succedere e continuò. - Rumi, portaci via da qui. - La palla di pelo provò a teletrasportarsi via ma rispose. - Bik, bik bik. Bik !!
- Maledizione !!! - Disse incavolata.
- Che succede ? - Domandò Alex non capendo.
- Ecco... - Iniziò lei preoccupata e in quel momento entrò il capo che disse. - [ Grazie per
la vostra visita, Saiko Asono, figlia di Jun Asono, nonché regina di Aldebaran e nostra
accerrima nemica. ]
- Tu Agez !! Dovevo capirlo.
- Lo conosci ? - Domandò l'umano con leggero stupore.
- No. Ma mia madre me ne ha parlato.
- [ Sono piuttosto onorato sentire che sono nei suoi pensieri. E se hai la stessa intelligenza di tua madre, avrai già capito che ti ringrazio. ]
- Si. Il suo piano a funzionato benissimo. - Rispose lei tristemente abbassando la testa e lo sguardo.
- Che significa ? - Domandò lui non capendo.
- Come avete fatto a capire. - Chiese lei.
- [ La tua vita passata più su questo pianeta che sul tuo pianeta natale. Mi è sembrato
strano che a pochi giò dall'invasione, voi aveste abbandonato questo pianeta. ]
- D'accordo, siete intelligente. Ma vi siete dimenticato dei suoi poteri di Aldebariana,
oltre al suo Xu'di, sbaglio ?
- [ Stupido umano. Non avete ancora capito che lei non può usare i suoi poteri ? ]
- Non può dire seriamente. - Disse lui sorpreso e Saiko rispose. - Ci sono cascata in pieno.
Questa cella.
- [ Esatto, Saiko. I muri di questa gabbia son fatti per inibire i tuoi poteri e quelli dei Xu'di. ]
- Così, io ho fatto da esca per... - Disse lui sorpreso.
- [ Ah, ci siete arrivato. Meglio tardi che mai. Ahahahah. Ora scusatemi, ma devo chiamare
tua madre. ] - Quindi stava per allontanarsi quando si voltò e disse. - [ Ah, il tuo Xu'di
non potrà nemmeno mutarsi, perciò dimentica quell'idea. ] - E usci dalla stanza lasciandola vuota.
- Maledizione. Pensavo fossi più stupido. - Rispose lei e Alex disse sorpreso. - Quindi per colpa mia ti sei intrappolata da sola.
- Già. La tua presenza è stata una forte esca. Spero solo che Garusai non faccia lo stesso
errore non vedendomi ritornare. - In quel momento nella stanza fuori dalla cella apparì
Sakura. Una ragazza sui 26 anni, altezza 1,73, capelli biondi lisci lunghi fino alla vita, occhi celesti anche se l'occhio destro e coperto da un ciuffo ampio e intenso di capelli che gli penzolano davanti, e non gli danno fastidio. Carnagione mulatta. Accanto a lei c'era il suo Xu'di. Una palla di pelo rosa chiaro con occhi blu. Lei disse a bassa voce. - Ciao Saiko, Alex.
- Sakura, che ci fai qui ? - Dissero entrambi a bassa voce.
- Vi porto un messaggio da Garui. - E disse al suo Xu'di. - Dai Sakura, tocca a te. - La
palla di pelo si trasformò in un enorme granchio rosa e prese le sbarre per romperle, ma
dei colpi laser da delle torrette poste ai due angoli della stanza, spararono contro lo Xu'di
quest'ultimo sparì e ricomparì a fianco della ragazza in forma di palla di pelo. In quel momento entrò nella stanza Avia che disse sorpresa. - [ E tu, chi sei ? ]
- Una loro amica. - Rispose lei e la palla di pelo sparì e apparì dietro l'hajinkoriana appoggiandosi sulla sua testa e disse. - Bik bik bik bik !!!
- [ Che sta dicendo ? ] - Domandò Avia.
- Come sarebbe a dire ? - Domandò sorpresa Saiko. - Non dirmi che non lo capisci.
- Se è per questo. Nemmeno io capisco i versi dei Xu'di e con questo ? - Domandò Alex.
- Sono rari gli hajinkoriani che non capiscono i Xu'di. - Disse seria Sakura e continuò. - Quindi è una nemica molto rara, oppure.
- Avete ragione, non è questo il mio vero aspetto. Attendevo il momento opportuno in cui
potevo fuggire ma la vostra apparizione ha scombussolato i miei piani di fuga.
- Noi non diremo nulla se ci aiuterai.
- Vorrei tanto ma non posso, non ho poteri. Questa mutazione è tecnologica non frutto
della mia razza.
- Facciamo cosi, ci aiuterai a fuggire quando loro combatteranno contro mia madre.
- Non penso che mi lasceranno da parte appena la regina arriverà.
- Lo farà mia madre se l'avvisiamo prima. - Rispose Saiko e disse a Sakura. - Capisci cosa
intendo amica mia.
- Si. - Iniziò lei e continuò. - Sakura, distruggi un pò questo posto. - In quel momento lo
Xu'di si trasformò e prese la finta Hajinkoriana e la sbattò contro le sbarre, le torrette colpirono l'hajinkoriana facendola svenire e Sakura disse. - Continua cosi. - Il granchio fece a pezzi le torrette e in quel momento vennero un altro paio di alieni e subito uno di essi usò il suo potere, ma troppo tardi. Lo Xu'di prese Sakura e entrambi scomparirono. Saiko disse. - Il vostro piano fa acqua da tutte le parti, non sono l'unica ad avere uno o più Xu'di.
Prima o poi fuggiremo da questa gabbia.
- [ Lo vedremo Aldebariana. ] - Rispose una delle guardie che prese la finta hajinkoriana e
la portò via, mentre lei pensò. - " Speriamo che non si tradisca. "

Tempo dopo all'interno di un'altra cella di un'altra astronave, vediamo la volpina Giada con il suo androide Ametista. Quest'ultima stava facendo finta di dormire era appoggiata al muro con gli occhi chiusi. La volpina invece era seduta su uno sgabello mentre pensava guardando il pavimento. In quel momento dall'ingresso a ovest vennero due hajinkoriani, Nivo e la finta Avia. Quest'ultimo premette un pulsante al fianco delle sbarre e disse lanciando all'interno l'altro hajinkoriano.
- [ Sei fortunata che non ha voluto ucciderti. Ma stai tranquilla, la tua morte è solo
rimandata, hahaha. ] - Chiuse la cella e Giada disse sorpresa. - Non pensavo che si accusavano tra loro. A meno che... - In quel momento la nuova arrivata si alzò dal pavimento e disse vedendola. - Mi sarebbe piaciuto incontrarvi in un'altra situazione. - Lei cambiò d'aspetto diventando la levriera Tara che indossa la tuta. La volpina si stupì in un primo momento poi disse. - Mi ricordo di voi, dovevate essere una delle concorrenti.
- Si, in verità la partecipazione al concorso era solo una scusa, ma non so se faccio bene a parlarne. Però è altresì vero che sono una vostra fan.
- State tranquilla, la vostra copertura non corre rischi con me. Ditemi. Cosa vi ha spinto fin qui.
- Sono una poliziotta e stavo indagando su un traffico di dipinti alieni falsi. Quando.. E' capitata questa invasione.
- Capisco, e vi siete camuffata da hajinkoriana per non farvi catturare.
- Si. Peccato che uno Xu'di mi ha ferita, facendo cadere la mia copertura. Per questo sono qui.
- Uno Xu'di ? Che sia Saiko ?
- No. Lei si è messa in trappola da sola.
- Cosa vorresti dire ? - Domandò la volpina leggermente sorpresa. E Tara la mise al corrente di tutto ciò che sapeva infine la volpina azzurra disse. - Ametista, connettiti alla rete della navicella. - L'androide aprì gli occhi e disse dopo poco. - \ Connessione fallita. /
- Come sarebbe a dire ? Uhm.. Fai uno scanner della navicella.
- \ Impossibile. La cella è stata isolata da uno scudo che mi proibisce qualsiasi mia manovra per scandagliare o prendere possesso dell'astronave. /
- Furbi, ma io lo sono di più, scannerizza il pavimento.
- \ Lega di metallo sconosciuta. Resistenza molto alta, non so se potrò scalfirla. /
- Utilizza il pavimento per connetterti alla rete dell'astronave.
- \ Trovato un nodo sotto di noi, inserimento del software di controllo. Controllo acquisito, inizio diffusione. / - Dopo poco tempo, le sbarre della cella si aprirono e la volpina disse. - Brava, e ora, andiamocene da qui.
- \ Impossibile, ci troviamo in orbita geostazionaria intorno a Giove. /
- Come è possibile ? Non ricordo che ci hanno teletrasportate qui.
- \ Problema in arrivo. Un hajinkoriano in avvicinamento per turno di controllo della cella. /
- Tocca a noi neutralizzarlo. - Disse seria la volpina. In quel momento si aprì la porta
e lui si stupì nel vederle al di fuori della cella dicendo. - [ Come avete fatto.. ]
- [ Se non vuoi che la navicella si schianti contro il pianeta farai ciò che ti diremo. ] - Disse Giada.
- [ Credete di farmi paura ? So benissimo che se lo fate, non sarò il solo a interessarmi
del motivo. Ora Alermariane, ritornate nella vostra cella prima che scateni i miei poteri. ] - In quel momento, Ametista prese per un braccio l'alieno e lo sbattè contro uno muro laterale per poi dire. - Se non vuoi essere disattivato, sarà meglio che ci aiuti a fuggire.
- [ E come credete che possa aiutarvi ? Questa è l'unica cella dell'astronave. Quindi ordini di trasferimento non sarebberò ben visti dal resto dei miei simili. ]
- \ In questo caso allora. / - Disse Ametista.
- \ Allarme allarme, la Ray N 12030 è stata dirottata. La squadra Nimur vada alla cella di contenimento. /
- Perchè lo hai fatto Ametista ? - Domandò stupita la volpina.
- \ Abbiate fiducia creatrice. / - Rispose il cyborg. Quindi prese l'ostaggio e lo buttò nella cella chiudendola. Quindi attese i nuovi arrivati, le due alermariane si erano posizionate ai lati dell'unica porta d'ingresso. Ametista a qualche metro di distanza davanti ad essa. Entrarono i primi due che stranamente avevano delle armi, era un gruppo di 5 alieni, in cui i primi due erano stati catturati da Giada e Tara. Quest'ultima prese subito l'arma e sparò contro gli altri usando l'alieno come scudo. Due vennerò colpiti e caddero a terra, immobilizzati come statue. L'azione era stata cosi veloce che l'unico sopravvissuto disse.
- [ Complimenti per la vostra manovra, ma non riuscirete a uscirne vive da questo luogo. ]
- \ Si vedrà. / - Rispose Ametista che lo colpì con l'arma dopo averla raccolta dal pavimento. Dopo di che disse. - \ Seguitemi padrona. / - La volpina e la levriera la seguirono dopo aver sigillato l'ingresso/uscita della cella.

Intanto nella cella dove si trovano Alex e Saiko, quest'ultima disse.
- Hai qualche idea per fuggire ?
- Ci potrebbe aiutare la finta hajinkoriana.
- Sempre se non è stata smascherata. " Chissà dove si trova adesso. " - Finì pensierosa.

Ci troviamo nel corridorio dell'astronave dove le tre "ragazze" tentano di arrivare all'hangar per poter fuggire. Ma erano bloccate da alcuni alieni che le stavano sparando contro tantè che Giada disse.
- Strano che non usino i loro poteri. - E Ametista le rispose. - \ Solo il capo ha i poteri.
Tutti gli altri non li hanno per non danneggiare la nave. /
- Hajionkoriani senza poteri ? E' impossibile.
- \ E chi ha parlato di hajinkoriani creatrice. Sono mutaforma provenienti da altri pianeti che gli hajinkoriani hanno conquistato in passato. /
- Ora capisco. Ecco perchè hai voluto..
- \ Si, sono anch'essi prigionieri. Perciò non sto usando le armi contro di loro. /
- Ma dobbiamo fuggire in qualche modo. - Disse seria la volpina.
- \ Ho controllato la mappa nel database del computer di bordo, la maggior parte delle
forze si trovano nell'hangar. Non potremmo certamente prendere una navicella senza rischiare di ferire le vittime delle conquiste hajinkoriane. /
- Ora che ci penso, noi abbiamo già un'astronave.
- Cosa intendete dire ? - Chiese Tara con curiosità.
- Ametista ! Inserisci il pilota automatico con destinazione Aldebaran.
- \ Avete ragione padrona. / - Rispose l'androide e l'astronave si mosse togliendosi dall'orbita di Giove, per andare filata verso la sua nuova destinazione.

Grazie all'idea della volpina e dell'azione di Ametista, l'astronave dove si trovavano prigioniere, sta andando verso il pianeta nemico. L'astronave come verrà accolta ? La risposta al prossimo episodio By Studio Mirai. ^_~

Continua... ( By Studio Mirai. )

Inizio episodio alle 15:38 del 22/05/2015
Fermato alle 16:16 del 22/05/2015
Ripreso alle 10:55 del 23/05/2015
Fermato alle 11:40 del 23/05/2015
Ripreso alle 13:34 del 23/05/2015
Fine episodio alle 13:51 del 23/05/2015

Inizio correzione e adattamento alle 13:20 del 07/08/2015
Fermato alle 13:50 del 07/08/2015
Ripreso alle 14:35 del 07/08/2015
Fine correzione e adattamento alle 14:54 del 07/08/2015